Video ricette bimby

Crispelle o sfingi di riso bimby per TM5 e TM31

Stampa

Troverete la video ricetta cliccando su questo link 

                       ↓

Crispelle o sfingi di riso bimby su YouTube

 

Tempo di preparazione 45 minuti circa più 2 ore per la lievitazione

Ingredienti:

250 g di acqua 
250 g di latte + 20 g per sciogliere il lievito
1 pizzico di sale 
1 pizzico di cannella 
250 g di riso per risotto 
15 g di lievito di birra fresco 
la scorza di un’arancia 
100 g di farina 
olio di semi di girasole q.b. per friggere
150 g di miele d’arancio o millefiori
zucchero a velo q.b.
1 bustina di vanillina 
80 g di zucchero semolato 

Preparazione:
Mettere nel boccale l’acqua, il latte, il sale, la cannella e la vanillina e far cuocere per 6 minuti a 100° a velocità 1. Se durante la cottura il latte dovesse tendere ad uscire dal foro del coperchio, abbassare la temperatura a 90° per qualche istante. Aggiungere il riso e cuocere per 15 minuti a 100° con l’antiorario a velocità soft. Nel frattempo sciogliere il lievito in 20 g di latte tiepido. Aggiungere la scorza d’arancia, il lievito che abbiamo sciolto, la farina e lo zucchero semolato ed amalgamare per 3 minuti con l’antiorario a velocità 1. Trasferire in una ciotola, coprire e farlo riposare per 2 ore al caldo. Trascorse le due ore prendere una parte del composto e formare le sfingi. Cuocere in abbondante olio finché non saranno dorate. Passarle nello zucchero semolato o nel miele.

Consigli e suggerimenti
Consigliamo di consumarle il giorno stesso perché dal giorno dopo tendono a diventare più dure

E’ possibile visualizzare altre foto sul nostro profilo Instagram 

Oppure cliccando  direttamente su questo link 

 

Video Ricette BimbyCrispelle o sfingi di riso bimby per TM5 e TM31

Related Posts

1 comment

Join the conversation
  • Antonella - 13 Febbraio 2019 reply

    Non è del tutto vero che una volta indurite le, sfingi nn si possono mangiare, basta metterle vicino ad una fonte di calore, o a bagnomaria e, ritornano perfette come appena fatte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *